Piccoli prestiti, è possibile ottenerne uno senza garante?

Per velocizzare le pratiche, e fornire alla banca una sicurezza indiscutibile circa la nostra capacità di risanare il debito contratto, solitamente si ricorre alla figura del garante. Questa persona, come suggerisce la parola, garantisce per noi e si fa carico del debito in caso di mancato pagamento da parte del beneficiario del prestito. Come si evince da tale descrizione ottenere un prestito con garante è semplice, e sicuro per chi ci presta il denaro. Non sempre però abbiamo qualcuno che sia pronto a impegnarsi in tal senso, o magari chi lo farebbe non possiede le giuste caratteristiche giuste. In questi casi dovremo sottoscrivere un prestito senza garante, che è comunque possibile ottenere – soprattutto se chiediamo piccole cifre.

Se non abbiamo chi ci appoggia nel richiedere un finanziamento, dovremo dar modo alla banca di fidarsi della sola nostra stabilità economica. Per farlo dovremo presentare dei documenti che attestino il nostro reddito (buste paga, in caso di lavoratori dipendenti; modello unico, per i lavoratori autonomi), che per forza di cose non può essere troppo esile. Si può sottoscrivere per esempio una cessione del quinto, in quanto prevede che sia il datore di lavoro stesso a risarcire la banca ogni mese, trattenendo il denaro dovuto direttamente dallo stipendio del richiedente.

Un altro metodo ancora è quello di chiedere un risarcimento tramite cambiali. Queste sono una sorta di assegno, con valore esecutivo, che ci ingiungono a pagare al creditore una determinata cifra entro una certa data (di solito con cadenza mensile). Anche in questo caso la banca è abbastanza propensa a concedere il finanziamento, in quanto il mancato pagamento di una cambiale potrebbe comportare al debitore la confisca dei beni e l’iscrizione al registro Crif (cattivi pagatori e protestati).

Se necessitiamo di ottenere una piccola somma non è necessario ricorrere a garanzie come l’ipoteca sulla casa, ma dovremo comunque dimostrare al prestatore di poter sostenere il risarcimento del prestito. In alcuni casi per fornire ulteriori garanzie al creditore possiamo sottoscrivere una polizza assicurativa, al fine di tutelare gli interessi di entrambi le parti coinvolte. Per conoscere meglio i dettagli sul mondo dei piccoli prestiti sarà meglio leggere l’articolo relativo ai piccoli prestiti senza garante.